L’azienda nasce nei primi anni sessanta, gestita da Renato Casalini. E’ sempre stata a conduzione familiare da padre a figlio. Fino al 1999 si chiamava Azienda Casalini, poi dal 2000 si è trasformata in Azienda Mulino Braglia, prendendo il nome dal vecchio mulino sito in via Acqua Fredda. Attualmente è gestita da Paolo, Filippo e Lucia. Sin dalla sua nascita l’azienda s’è fatta conoscere per il livello qualitativo dei suo vini che hanno riscosso da subito il consenso degli intenditori e di chi fa del vino un’arte. La ricerca costante di innovazioni è riscontrabile nella struttura moderna della propria cantina che rende il prodotto sempre migliore nel rispetto assoluto delle tradizioni Braglia.
I nostri vigneti sono situati sui Colli Bolognesi, zona Pignoletto in loc. Monteveglio, Valsamoggia e Calcara di Crespellano.
Tutti i nostri vini sono seguiti da mano attenta che accompagna tutte le fasi della produzione ed ancor prima la nascita dell’uva e la sua raccolta in quanto siamo ben consapevoli che il buon vino nasce da una buona uva.
La potatura avviene durante il periodo invernale. La raccolta delle uve inizia l’ultima decade di agosto, proseguendo fino a fine settembre. La vendemmia viene effettuata esclusivamente a mano, per garantire l’arrivo in azienda di uve integre, questo fa si che la qualità dei mosti sia migliore;
La vinificazione avviene nelle nostre cantine con l’ausilio di macchinari e attrezzature altamente all’avanguardia;
L’imbottigliamento è la fase finale in cui i nostri vini sono pronti per allietare i palati dei nostri clienti.

La produzione attuale è di circa 50.000 bottiglie nelle varie tipologie. Il Pignoleto, re incontrastato dei Colli Bolognesi, rappresenta il 90% della nostra produzione aziendale. Con la vendemmia 2016 è nato un nuovo prodotto, lo Spumante Brut Rosato, ottenuto da uve Barbera in purezza.